Bypassare il proxy dell’ufficio in 2 secondi con Google

Oggi ti voglio parlare di un metodo semplice semplice per evitare che il proxy installato a scuola o in ufficio ti blocchi dal navigare sui siti che ti interessano.

Mettiamoci nella condizione peggiore: pc non tuo su cui non puoi installare nulla con pesanti limiti imposti dall’amministratore di rete.

San Google ci viene in aiuto anche in questa situazione con diverse opzioni.

 

Google Translate come proxy

 

Google translate è ottimo quando devi tradurre qualcosa ma torna utile anche quando il tuo sito preferito è bloccato dal proxy a cui sei connesso.

Ti basta inserire nella barra degli indirizzi del tuo browser preferito questo link:
http://translate.google.com/translate?sl=it&tl=en&u=www.sito-che-ti-interessa.com
www.sito-che-ti-interessa.com è l’indirizzo del sito che vuoi visitare

in questo modo le pagine del sito che ti interessano verranno caricate da google .

 

Google Mobilizer come proxy

 

Il servizio mobilizer non è più offerto ufficialmente da Google ma è ancora attivo. Può essere usato come proxy utilizzando questo url:

http://www.google.it/gwt/x?u=http://www.sito-che-ti-interessa.com

www.sito-che-ti-interessa.com è l’indirizzo del sito che vuoi visitare

Questo servizio carica una versione basica del sito quindi è utile per leggere pagine non raggiungibili ma non permette di vedere in maniera completa siti tecnicamente complessi.

 

Google Modules come proxy

 

Un altro servizio che Google non supporta/terà che veniva usato per creare i gadget delle pagine iniziali personalizzate (non più utilizzabili) permette di bypassare i proxy di scuola/ufficio. L’indirizzo da utilizzare in questo caso è

http://www.gmodules.com/ig/proxy?url=http://www.sito-che-ti-interessa.com

www.sito-che-ti-interessa.com è l’indirizzo del sito che vuoi visitare

La particolarità di questa opzione è che permette di scaricare anche i file inserendo l’url del file che interessa.

 

Google Cache come proxy

 

In questo caso si utilizza direttamente il motore di ricerca di google. Nella casella di ricerca va inserito:

cache:www.sito-che-ti-interessa.com

www.sito-che-ti-interessa.com è l’indirizzo del sito che vuoi visitare

Loading Facebook Comments ...